Franciacorta

Il Franciacorta è un vino D.O.C.G. prodotto in provincia di Brescia, ed è uno dei pochi vini al quale l’UE riconosce l’indicazione del nome senza altri termini qualificativi (quindi si dice Franciacorta e non Spumante Franciacorta).

Il nome non ha un origine certa ma si pensa derivi dal latino “francae curtae” cioè corti franche nel senso che le i monasteri erano esenti dai tributi. Questo vino era prodotto già all’epoca dei Romani,(abbiamo delle testimonianze di autori classici come Virglilio e Plinio e documenti del IX/X/XI secolo di monasteri della zona della Franciacorta i quali attestano l’importanza della viticoltura nell’economia di quel tempo) ma era un prodotto di consumazione unicamente locale. Solamente dagli anni ’60 inizia ad essere prodotto per la produzione non più locale. Nel 1967 , voluto da un gruppo di vignaioli, il Franciacorta acquisisce il  riconoscimento D.O.C. In seguito nel 1995 arrivò il riconoscimento D.O.C.G.

Il Franciacorta è prodotto con le uve di pinot nero, pinot bianco e chardonnay. Il solo metodo usato per produrre questo vino è il metodo classico, quindi la seconda fermentazione del vino avviene in bottiglia, poi vengono congelati i fondi che si depositano nel collo della bottiglia e poi vengono rimossi. La fase finale della lavorazione consiste nell’immettere il Liquer d’expedition (miscela di zucchero di canna e vino spumante con cui si sostituisce la parte di vino perduta durante la rimozione dei fondi).

Ci sono tre versioni del Franciacorta D.O.C.G.: bianco, rosé e staèn.

-Bianco: prodotto con uve di Chardonnay e o Pinot Nero (si può anche usare il Pinot Bianco fino ad un massimo del 50%). Colore giallo paglierino con riflessi dorati, profumo fine e delicato con note della rifermentazione in bottiglia, sapore fresco e aromatico. Si può accostare ad antipasti come salumi, a pesce o a carni di pollo,faraona, vitello cucinate alla griglia o arrosto, ed anche a formaggi morbidi. 11.5% grado alcolico, da servire a 8-10°.

-Satèn: prodotto con uve di Chardonnay e Pinot bianco fino al 50%. La differenza tra lo Staèn e gli altri Franciacorta è l’inferiore pressione in bottiglia (meno di 5 atmosfere) la quale gli attribuisce un gusto più morbido. Colore paglierino oro brillante, profumo di frutta matura e di fiori bianchi, sapore fresco e morbido, e chiude persistente su toni di nocciola e vaniglia. Si può accostare ai carpacci di carne o di pesce, al salmone affumicato e alle insalate di mare o di verdure, gradevole anche con dolci; ottimo come aperitivo. 12.5% grado alcolico, da servire a 8-10°.

-Rosè: prodotto con uve di Chardonnay, Pinot Bianco (masismo 50%) e con un minimo del 25% di Pinot Nero. Colore rosa più o meno intenso con possibili riflessi ramati, profumo fine e gentile di frutta e lieviti, sapore fresco, fine ed aromatico. Si può abbinare con salumi e formaggi di media stagionatura, a primi piatti saporiti e a secondi di pesce; perfetto per dessert a base di frutta. 12.5% grado alcolico, da servire a 8-10°.

Lascia un Commento