La noce di Macadamia

Origini e caratteristiche

La noce di Macadamia fu scoperta 500 anni fa dagli aborigeni australiani e dalla metà dell’Ottocento viene studiata da coloni inglesi. Il nome “Macadamia” è dovuto infatti allo studioso John McAdam. Tali piante sono originarie dell’Australia nord-orientale, precisamente dello stato del Queensland. Si tratta dell’unica pianta commestibile, nativa di tale regione, coltivata ed esportata in grandi quantità. Ha bisogno di clima tropicale e abbondanza di piogge che ne favoriscono la crescita e lo sviluppo in altezza. Difatti si trovano tronchi che partono dai 6 metri e arrivano fino ad altezze di 40 metri. La pianta entra in produzione dopo i 10 anni e può continuare senza interruzioni all’incirca fino al compimento dei 100 anni.

Particolarità

Sono famose per avere un mallo (guscio) resistentissimo difficile da rompere e al suo interno trova protezione la mandorla commestibile detta “gheriglio”. Bollite o arrostite il risultato non cambia, schiacciandola con troppa pressione si rischia inevitabilmente di rovinare il rivestimento. E’ necessario uno sforzo di 2000 pascal per rimondare il guscio che equivale ad una martellata ricevuta da un fabbro allenato. Se il prodotto viene conservato in un posto asciutto e fresco per un certo periodo(il che causerebbe la perdita di molte delle sue proprietà nutritive) si potrebbe aprire con un normalissimo giravite, oppure battendo un coltello con un martello (a mo’ di cuneo) lungo la linea di giuntura delle valve. Ma se vogliamo aprire artigianalmente il guscio da soli e gustare tutte le sue proprietà, i metodi conosciuti sono due: il primo si attua con l’ausilio di attrezzi quali una “pinza a pappagallo” (non molto conosciuta), una barra di ferro ed un martello; il secondo grazie ad un foro in una roccia vulcanica per immobilizzare la noce (altrettanto facilmente reperibile) e l’utilizzo di un’altra pietra con cui controbattere. Il nostro consiglio è utilizzare la carta di credito e acquistare online le noci di macadamia su www.spaghettiemandolino.it già sbucciate e pronte all’uso.

Proprietà magiche

La noce di Macadamia è un frutto composto da un’alta percentuale di olio di acidi grassi monoinsaturi, ovvero quelli utili al nostro benessere, di minerali, carboidrati, calcio, fosforo, proteine e vitamine A, B1 e B2. Aiutano inoltre il metabolismo e la longevità della vita contrastando l’azione dei radicali liberi. Il sapore percepito è dolce come quello della noce di cocco.

In cucina

In cucina viene utilizzata per accompagnare secondi di carne o per preparare dolci, gelati, torte e torroni poiché le noci di Macadamia si sposano molto bene con il miele (specialmente con quello di tarassaco) e il cioccolato.

Lascia un Commento